Il progetto PREP

PREP - Procedure Radiodiagnostiche in Età Pediatrica. Studio di percorsi diagnostici e di modelli organizzativi per l’ottimizzazione dell’utilizzo della TC e la limitazione delle esposizioni ingiustificate alle radiazioni è un progetto di ricerca indipendente finanziato dalla Regione Lombardia (Fase 1 2011-2013, DGS 22/12/2010 N.13465, Fase 2 2015-2017 DGS 16/07/2014 N. 6848).

Prima linea di ricerca. Monitoraggio del rischio radiologico in Regione Lombardia

Obiettivo primario di questa linea di ricerca è la realizzazione di una rete collaborativa tra diverse strutture ospedaliere della Regione Lombardia per l’ottimizzazione dell’attività radiodiagnostica, la raccolta e l’analisi dei dati dosimetrici, la stima della dose effettivamente erogata al paziente, la verifica e il confronto dei protocolli utilizzati.  Attualmente è in fase di implementazione l’impiego di un software per l’estrazione di dati dalle apparecchiature radiologiche e dai sistemi centrali di archiviazione PACS (Picture Archiving and Communication System). L’analisi dei dati permette di calcolare la reale esposizione radiodiagnostica dei pazienti pediatrici (0-17 anni) afferenti all’area pilota (Dipartimenti di Radiologia dell’Ospedale dei Bambini V. Buzzi e dell’Ospedale  Niguarda). Il passo successivo consiste nel possibile  sviluppo del primo sistema centralizzato regionale dedicato all’analisi sistematica dei dati inerenti le prestazioni radiodiagnostiche in ambito pediatrico per la stima della dose somministrata ai pazienti e per la valutazione statistica ed epidemiologa del rischio oncologico indotto dalle radiazioni. La conoscenza accurata della quantità di dose erogata da ciascun esame consente una migliore valutazione del rapporto rischio/beneficio per le procedure diagnostiche prescritte.

Seconda linea di ricerca. Appropriatezza dei percorsi diagnostici

Questa linea di ricerca ha l’obiettivo di definire percorsi diagnostici appropriati e sostenibili per l’impiego giustificato della TC in età pediatrica/evolutiva.
Nella prima fase del progetto sono stati raccolti ed elaborati i dati inerenti gli esami tomografici effettuati in Regione Lombardia sulla popolazione pediatrica nell’ultimo decennio (2004-2014). I dati sono stati estratti dal database fornito dell’Assessorato Regionale alla Sanità e sono relativi alle indagini radiodiagnostiche complessive (TC, RM, radiografia convenzionale e con contrasto, ecografia e ecocolor-doppler e medicina nucleare) eseguite dal 2004 al 2014 in regime ambulatoriale e di pronto soccorso, suddivise per distretto corporeo e struttura di erogazione, su pazienti in fascia di età 0-17 anni. L’analisi ha valutato:

  • la numerosità, la distribuzione e l’andamento temporale delle procedure
  • i costi delle prestazioni (analisi CeRGAS-Centro di ricerche sulla Gestione dell’Assistenza Sanitaria e Sociale, Università Bocconi).

L’analisi Health Technology Assessmet dei dati di andamento prescrittivo e dei costi delle prestazioni di diagnostica per immagini, prevista nella seconda fase, ha lo scopo di fare emergere un quadro completo delle implicazioni non solo cliniche, ma anche economiche, sociali e di contesto correlate all’adozione della riconversione di esami TC in esami RM in determinate casistiche cliniche, fornendo tutti gli elementi necessari a orientare future evoluzioni del Sistema Sanitario Regionale.

Terza linea di ricerca. Formazione culturale e comunicazione

Un ulteriore obiettivo di PREP è fornire agli operatori sanitari - pediatri di famiglia e ospedalieri, medici di medicina generale, neonatologi, odontoiatri e radiologi - gli strumenti culturali adeguati a migliorare le conoscenze sulla radioprotezione e sulla gestione del rischio associato all’esposizione alle radiazioni derivanti dalle procedure radiodiagnostiche. A tale scopo è stata allestita una piattaforma per la formazione a distanza(FAD) completa di un percorso formativo di Educazione Medica Continua (ECM) dedicato al rischio radiologico, all’ottimizzazione delle procedure in odontoiatria pediatrica e alla definizione di percorsi radiodiagnostici appropriati in patologie pediatriche selezionate.
PREP si propone inoltre di migliorare la comunicazione tra gli operatori sanitari e permetterne l’aggiornamento continuo, favorire la diffusione delle informazioni ai pazienti e alle famiglie, rendere disponibile materiale educativo e informativo sul rischio radiologico e sulla diagnostica per immagini in ambito pediatrico.